Battaglia di Doberdò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°50′05″N 13°32′57″E / 45.834722°N 13.549167°E45.834722; 13.549167

Battaglia di Doberdò
Kämpfe auf dem Doberdo.JPG
Rappresentazione della battaglia di Doberdò
Dataagosto 1916
LuogoDa Monfalcone a Gorizia
EsitoVittoria italiana
Schieramenti
Comandanti
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Doberdò è stato uno degli scontri più sanguinosi della prima guerra mondiale, combattuto nell'agosto 1916 tra l'esercito del Regno d'Italia e quello dell'Austria-Ungheria, quest'ultimo composto prevalentemente da reggimenti ungheresi e sloveni.

Lo scontro, che fa parte della sesta battaglia dell'Isonzo, ebbe luogo in un'area strategica posta sul bordo più occidentale dell'altopiano del Carso. Dopo aver conquistato la pianura tra Monfalcone e Ronchi dei Legionari, gli italiani tentarono di sfondare in direzione dell'altopiano del Carso, al fine di prendere il controllo della strada principale di connessione tra il porto di Trieste e la città di Gorizia. Dopo violenti combattimenti e numerose perdite, gli attaccanti riuscirono nel loro proposito. Le forze austro-ungariche si ritirarono, e Gorizia fu conquistata dagli italiani. Tuttavia, questi ultimi non riuscirono ad avanzare verso Trieste, e furono fermati a nord-ovest di Duino.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Géza Lukachich, A Doberdó védelme az első isonzói csatában. [The defense of the Doberdó in the first battle of Isonzó], Budapest, Atheaneum, 1918, p. 89, =.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]