Partito Liberale Democratico (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Partito Liberale Democratico nacque nel 1921 come risultato del congresso tenuto dal 14 al 15 aprile dalle 15 liste di liberali, democratici e radicali che alle precedenti elezioni politiche italiane del 1919 si erano presentate con candidati unitari ottenendo il 15,9% dei voti:

L'unificazione in un solo partito venne decisa di fronte all'avanzata dei partiti Popolare e Fascista. Il primo segretario fu Mario Verdiani. Anche lo scrittore Goffredo Bellonci aderì al partito. Il PLD ebbe vita breve e travagliata a causa delle divergenze di idee tra gli aderenti, molto eterogenei. Alle elezioni del 1921 ottenne il 10,4%. Nel 1924 si unì alla Lista Nazionale in funzione antisocialista.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]